Le spese di giustizia sono costituite:

  • dal compenso del professionista,
  • dal contributo unificato,
  • dalle spese di notifica, di copia degli atti e di registrazione del provvedimento giurisdizionale.

Eventualmente possono presentarsi spese per l’intervento di tecnici (CTP e CTU).

Le spese sostenute sono rimborsate dalla parte soccombente.

Il contributo unificato – c.u. – è la tassa che il contribuente deve sostenere al momento in cui la causa è introdotta ed è d’importo determinato per legge link.

Le spese di notifica sono da sostenere nel caso in cui la legge imponga di portare a conoscenza alla controparte un atto processuale e sono determinate secondo il D.P.R. 115/2002.

Le spese di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate è prevista dal D.P.R. n. 131/1986 tale spesa è consultabile autonomamente online una volta resa disponibile dall’Agenzia delle Entrate, previo inserimento degli estremi ivi richiesti a questo indirizzo http://www1.agenziaentrate.it/servizi/tassazioneattigiudiziari/registrazione.htm?passo=0.